Cenni Storici:

Numerosi ritrovamenti archeologici fanno ipotizzare la presenza dei primi insediamenti in età del bronzo ma alcuni manoscritti e pergamene medievali fanno risalire la data di fondazione del “castrum Tophiae” ai primi anni del X secolo, periodo in cui risulta tra i possessi dei benedettini di Farfa. Non si può affermare con certezza quale sia l’origine del nome del paese, ma si ipotizza possa derivare o dal nome del suo presunto fondatore (un certo Teofilo, di cui non si hanno molte notizie), o dal termine latino “tophium” (tufo) con cui gli autori dell’epoca indicavano la dura pietra su cui successivamente è stato edificato il borgo. Analizzando il suo aspetto costruttivo appare evidente che venne edificato in cima ad uno scosceso sperone di roccia a scopi puramente difensivi. Infatti grazie alla posizione in altura e agli aspri percorsi di accesso, il borgo poteva essere difeso e controllato nella miglior maniera possibile.

Territorio:

Fin dalla sua fondazione il paese subì la forte influenza della vicina e potente Abbazia di Farfa che, oltre ad offrire protezione e salvaguardia, in qualche modo trascinò gli abitanti nel centenario conflitto contro i Duchi di Spoleto. Nei secoli successivi a contendersi il possesso del territorio toffiese furono due importanti famiglie romane: gli Orsini e i Colonna. La maggior parte dei palazzi storici toffiesi sono stati edificati proprio in questo periodo. Oltre al già citato Palazzo Orsini (del 1400), sede attuale del Comune, degni di nota sono anche Casa Oddoni (del 1300) e Palazzo Ruffetti (del 1400) in Via Porta Maggiore, Palazzo Palma (del 1600) in Via Montecavallo, Casa Orsini (del 1300) in Via Castel Di Dentro, Palazzo Bufalini (del 1500) e Casa Cappucci (del 1300, di cui conserva bellissime finestre).

Dati statistici:

Altitudine s.l.m. 262 mt, superficie 11,33 kmq, Abitanti 1024, Densità 90,38 ab/kmq, sismicità 2B.

Dove si trova

I Nostri Consigli